cv-icons cv-icons

Tag: "politica-italiana"

14 febbraio 2019
In breve
Cover image

Il populismo è un costo. L’analisi

di la Redazione

Flossbach: (Flossbach von Storch): “A lungo termine questo fenomeno politico fa innalzare il debito pubblico, sia a causa di costosi programmi di governo sia che si debbano attuare misure ad hoc per calmare le proteste. Questo non vale solo per l’Eurozona, ma anche per gli Stati Uniti, che vedranno aumentare il proprio deficit fino a quasi il 5% in quest’anno fiscale”

16 luglio 2018
ALLA RICERCA DI “ALPHA”
Cover image

Buhl-Nielsen (Jupiter): “Hard Brexit impossibile, Regno Unito torna terra di opportunità”

di EUGENIO MONTESANO

“È improbabile che si tenga un altro referendum, ma è difficile che i sostenitori di una hard Brexit vedranno realizzarsi il loro scenario preferito, che è praticamente impossibile”. Mike Buhl-Nielsen, specialista long/short equity di Jupiter, fa il punto sul «divorzio» UK-UE.

11 giugno 2018
ALLA RICERCA DI “ALPHA”
Cover image

Iannelli (Fidelity Int.): “Italia, valutazioni più stabili ma volatilità su banche e debito non è finita”

di Eugenio Montesano

Per i mercati globali il mese di maggio è stato caratterizzato dalla forte instabilità del contesto sociopolitico italiano, che da un lato ha creato un inasprimento della negatività sul mondo obbligazionario e, dall’altro, ha innescato sensibili dislocazioni dell’area equity.

6 giugno 2018
ITALIA – DIARIO DELLA CRISI
Cover image

Russo (Assiteca Sim): “Crisi italiana, è l’emotività il nemico comune di questa fase di mercato”

di Eugenio Montesano

Dal 2012 in poi sia l’Europa che l’Italia hanno compiuto passi avanti. E seppure la minicrisi di panico scatenata dall’incertezza sul programma di governo desti preoccupazione per la solidità dell’eurozona, i fondamentali del paese restano solidi. La lettura di Roberto Russo, ad di Assiteca Sim.

31 maggio 2018
ITALIA – CRISI POLITICA E MERCATI
Cover image

Tori a Piazza Affari: i migliori fondi Azionario Italia a tre anni

di EUGENIO MONTESANO

I mercati scommettono sulla conclusione della crisi italiana. Dopo il profondo rosso di inizio settimana ieri Milano ha guadagnato poco più del 2%. Scende anche lo spread, che si ferma a 247. È andata bene l’asta del Tesoro sui Bot, mentre l’Ocse prevede un rallentamento della nostra economia e rivede le stime di crescita per il 2019.